Facciamo la nostra torta

A chi non piacerebbe fare una bella torta. I buongustai sanno anche come farsela da se perché pensano “..io conosco i miei gusti e me la faccio come dico io…”. Giusta motivazione. Ma quando si vuol creare qualcosa bisogna partire dal presupposto che è un pò come dover realizzare un dolce fatto in casa con le nostre manine con annessi e connessi. Occorrono un certo numero di ingredienti, il tempo, gli strumenti e le abilità. Da questo è subito semplice capire che non è “facile” realizzare “una torta”, soprattutto se il nostro obiettivo finale è quello di fare una BUONA torta.

La prima cosa da fare è buttare giù la lista della spesa dove andremo ad elencare tutto ciò di cui avremo bisogno per realizzare la nostra ricetta, compresi gli eventuali attrezzi di cui siamo sprovvisti ma che sono necessari per realizzarla; il mestolo, le fruste per montare la panna o lo stampo per fare una torta a forma di cuore, fiore o che somigli a PeppaPig.

…e se siamo a dieta e i fornelli non sono il nostro forte? Possiamo sempre usare lo stesso principio per realizzare una fotografia…

In questo caso gli ingredienti per realizzare la “base” del nostro dolce sono presto detti:

1 Idea
modella/e (quanto basta)
1 location
data (a piacere)

Questo è il minimo sindacabile per realizzare un progetto fotografico (la nostra torta). A tutto ciò possiamo aggiungere tutte quelle cose di “contorno” per dare un tocco personale in più, la “decorazione” del nostro dolcetto.

Qualsiasi ricetta che vogliamo realizzare ci chiederà di rispettare una “sequenza” nella preparazione…bhe…. in fotografia è tutto molto più semplice; possiamo iniziare da uno qualsiasi dei quattro “ingredienti” che abbiamo elencato precedentemente. Esempio: ho un’idea, cerco la modella, trovo la location e stabilisco una data per realizzare “la ricetta”, oppure, ho una modella che vorrei fotografare, trovo il mood migliore per lei, creo l’idea, trovo la location adeguata alla modella, al mood e all’idea e stabilisco la data. Oppure ancora, ho la possibilità di usare una location dove poter realizzare una idea che mi frulla nella testa, mi metto alla ricerca della modella giusta per quella location e idea e stabilisco la data in cui realizzare la mia “torta”…..ecc.
Sconsiglio di partire da una sequenza del tipo: ho una data in cui non ho nulla da fare, chiamo una modella qualsiasi per fare due scatti, poi qualcosa ne uscirà fuori. Ciò non vuol dire che sia un errore, ma personalmente non lo ritengo produttivo o professionale, ma rimane una mia personale considerazione. Penso solo che sia poco “credibile” quel fotografo che contatta una modella dicendo “sai, non ho nulla da fare domani….vieni a fare due scatti? Non so cosa fare ma intanto andiamo a fare due foto…” oppure, come spesso si legge nei social.. “domani sono libero…qualcuna disponibile a scattare?…” della serie “scatto selvaggio, chi c’è c’è…”

Vediamo di analizzare gli ingredienti base della nostra torta.

L’idea
Un’idea nasce dove c’è spazio libero per farla nascere. Un’idea è sempre frutto di un retaggio, di una cultura acquisita, di un qualcosa già visto, magari dimenticato ma che c’è. Un buon modo per richiamare a se nuove idee è quello di osservare qualsiasi cosa con occhio critico, attento, curioso soprattutto. La frenesia dei nostri giorni ci limita molto, bisognerebbe prendersi una pausa caffè seduti su una panchina ai margini di una strada, camminare per strada cercando tutto ciò che abbia un colore blu (per esempio…). Sono solo esempi che possono aiutarci a stimolare l’arrivo di un’idea. A volte può nascere ascoltando le parole di una canzone, vedendo uno spot in tv o un film al cinema, ascoltando la storia di una persona sconosciuta…

La modella
Chiunque può essere musa. E’ però importante che si sappia osservare con occhio critico anche la nostra musa. Tendenzialmente è difficile che la fisicità di un soggetto risulti adatto a fare, interpretare qualsiasi ruolo. Avete mai fatto caso che nel cinema ci sono molti attori anche abbastanza famosi che da anni interpretano sempre il ruolo dei cattivi, o del poliziotto corrotto, o del supereroe? E se non abbiamo una modella (o modello che sia…)?
Cerchiamola. Si possono trovare per strada, sul luogo di lavoro, nei social, nei portali, nelle agenzie di modelle, ecc.
A volte sono loro che trovano noi. Cosa pensate…che le torte le facciamo solo noi fotografi? Anche loro avranno voglia di fare “una torta” no? Ebbene, noi facciamo parte di quei loro ingredienti base 🙂
Restando sempre sul tema degli ingredienti…non dimentichiamoci che, se vado al supermercato a comprare ciò che mi serve per fare una torta, non andrò nella corsia del giardinaggio, e se devo comprare le decorazioni non andrò a cercarle nello scaffale dei liquori, giusto? Cosa vuol dire questo? Che bisogna cercare nei posti giusti ciò che vogliamo così come, anche le modelle cercheranno e contatteranno quei fotografi che possono risultare “utili” ai fini della loro ricetta. Se ho nel mio portfolio immagini di still life, magari anche eccellenti, non susciterò mai l’interesse di una modella d’agenzia moda. Se scatto i panorami non risulterò interessante ad una modella che ha bisogno  di immagini di beauty. Chiaro no?
Inoltre “l’ingrediente” modella pare sia anche una persona con la sua vita, la sua esperienza, la sua storia. Dovremmo appassionarci a lei, alla nostra musa, ascoltiamola, parliamole, non dobbiamo obbligatoriamente sposarla, farle da confessore, amico o chissà cosa ma è il percorso necessario per instaurare un giusto livello di stima, fiducia, collaborazione/complicità. Vedrete che è la premessa per poter fare una torta buonissima 🙂

La location
….comprate un atlante.
Scherzi a parte…la location può essere ovunque si trovi un luogo che sia funzionale al nostro progetto. Può essere la terrazza di un palazzo di 30 piani, un marciapiede, un garage, casa propria… Ve ne sono a pagamento e gratuite, pubbliche e private. Scegliete la location con criterio. Un errore molto comune è quello di pensare che la location faccia la tutta la foto, purtroppo non è così. Se si ha a disposizione una location dall’aspetto aristocratico non potrò utilizzarla per fare delle foto dark, gotiche, ecc almeno che il mio progetto non giochi proprio sul contrasto…ma attenzione….occorrono idee e capacità decisamente fuori dal comune, altrimenti si rischia di fare un pastrocchio incomprensibile.
La location deve essere coerente con l’idea…se il mood è romantico useremo una location che abbia linee morbide, avvolgenti, luci diffuse, colori pastello, elementi semplici. Se invece dobbiamo esprimere austerità cercheremo una location importante, raffinata, vetri, specchi, stile barocco, rosso cardinale, oro, scale, argenteria, auto di lusso… Insomma…almeno che non siamo amici stretti con un europarlamentare, prepariamoci a mettere mano al portafogli….

La data
…è sufficiente avere un calendario 😉

Felice torta a tutti

Diary, Shooting, Uncategorized

Facciamo una buona torta (fotografica)…

Galleria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...