Diary

La comunicazione…inevitabilmente comunicazione…

Ho sempre sostenuto che “non è possibile NON comunicare…”. Frase breve, semplice, secondo me sempre vera. Quando ho iniziato a fare le mie prime foto il passaggio successivo è stato quello di mostrarle agli altri, inizialmente amici, parenti, persone che non avessero una particolare conoscenza del mezzo fotografico e poi via via a persone che, a quei tempi, ritenevo più “esperti” di me (e ci voleva poco…). Quando si sottopone a giudizio una propria foto, un quadro, un dolce cucinato provando una nuova ricetta, lo si fa principalmente per avere un riscontro, un feedback per dirla all’americana….insomma…si cercano riscontri. E’ capitato spesso di sentirmi dire: …ma…questa foto non mi dice nulla…, bho….secondo me è sbagliata.

Immaginate lo sconforto, l’abbattimento morale che subisce un individuo qualunque il quale vuole imparare, spera in un miglioramento (nel tempo) e gli viene detto “…questa foto non mi dice nulla…”.

Colui che esterna il suo “parere” in questo modo, spesso o magari volontariamente, non si rende conto del “danno” che reca al discente…

Operando nel settore didattico da oltre 10 anni ho imparato a dare una importanza tanto alla posizione del docente quanto e soprattutto a quella del discente.

Dopo centinaia di frustrazioni e voli nel vuoto sono arrivato ad una mia considerazione matura, dico mia perchè è scaturita da una mia considerazione esperenziale, pertanto è mia.

Perchè una foto non deve dir nulla? Non è possibile. Se è vero il detto che “il silenzio vale più di mille parole…” allora forse anche il silenzio è comunicazione, perchè no!

Da questo è chiaro giungere alla conclusione che non è possibile NON COMUNICARE. Se mostro una foto che non piace non vuol dire che la foto non dice nulla, anzi….ha detto sicuramente molto, cioè che ciò che è rilegato nel perimetro fotografico non è di gradimento per qualcuno.

Tralascio le considerazioni sul concetto di “sbagliata”….. diventerebbe un ginepraio. Restiamo sul concetto di comunicazione.

Un foglio bianco (o nero) comunica quanto un foglio con un dipinto ad acquerello, ne più e ne meno, ciò che li differenzia è il messaggio contenuto in esso (o su di esso…).

Quindi, non sarà forse vero che affermando che una foto non dice nulla, stiamo affermando contestualmente di essere noi in carenza di strumenti tali per poter decifrare un messaggio? di essere aperti alla comunicazione? che abbiamo dei filtri, dei preconcetti che limitano il nostro “campo visivo”?

Ieri ero in piscina con la mia famiglia e mentre mi godevo un po di ombra ed un leggero venticello ne approfittavo per leggere un libro sulla comunicazione umana, scritto nel 1966….mica ieri.

Ad un certo punto leggo un paragrafo dove descriveva uno dei principi della comunicazione, e cioè “che non è possibile non comunicare“…TANA per me……lo dicevo io…. ma qualcuno di molto più ferrato in materia lo diceva anche 50 anni fà….

Se non riusciamo a capire un messaggio non vuol dire che non ci sia UN messaggio, magari non abbiamo gli strumenti per comprenderlo….quindi prima di dire….non mi dice nulla….di per se ciò è contraddittorio 🙂

Buon inizio settimana

🙂

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...