Elena

Elena

A volte trascorro intere ore ad osservare vecchie immagini di famiglia. In particolare spulcio una ad una le foto che ho fatto a mia figlia sin dal suo primo giorno di vita ad oggi (7 anni).

E’ interessante quanto meraviglioso riuscire a vedere i cambiamenti che il tempo ci regala, nel bene e nel male. E’ straordinario vedere come un piccolo esserino indifeso, con le sue tenere mani, diventi giorno dopo giorno una bimba allegra, vivace, dolce, piena di affetto. Vedere come cambiano i suoi lineamenti ma allo stesso tempo come ne restano intatti altri….

Proprio questo pomeriggio, invece di ripercorrere il tempo trascorso nella mia famiglia, ho voluto ripercorrere quello che mi ha interessato dal punto di vista di un altro mio amore/passione; la Fotografia.

Ho raccolto tutti i miei servizi fotografici in cartelle (directory) suddivise per anno a partire dal 2008 ad oggi. Al loro interno altre cartelel con il nome della persona ritratta o dell’evento in particolare.

Non ho potuto non soffermarmi sulle immagini di Elena. Una bellissima e simpaticissima ragazza russa. La mia prima modella che avrebbe posato per me per una serie di immagini glamour.

Quell’esperienza fu importante per me per molti aspetti. Ero appena uscito fuori da un periodo in cui avevo deciso di abbandonare la fotografia. Fortunatamente ho reagito aprendo gli occhi e capendo (non accettando) il fatto che, tra noi fotoamatori, spesso, si creano delle dinamiche, dei giri viziosi fatti di autoproclamazioni, di guerre psicologiche infantili solo allo scopo di dimostrare che “noi” siamo più bravi di “altri”….che tristezza.

Quindi, Elena arrivò come una boccata d’aria dopo qualche anno chiuso in una stanza a respirare aria “viziata”.

Da quel giorno inizia a percorrere quello che, spesso viene chiamato, “percorso” fotografico.

Non potevo non soffermarmi su questa serie di immagini. Ho scelto questa immagini di Elena perchè adoro questo sguardo ed ogni volta che lo osservo mi soffermo qualche minuto in più.

Perchè tutto questo? Forse è un discorso trito e ritrito, un luogo comune ma io ci credo in questo e cioè che non bisogna mai dimenticare da dove si è partiti e adoperarsi nel presente affinchè si possa ottenere ciò che vogliamo per il futuro.

Ma questo……..vale anche per la fotografia 😉

 

Alla prossima.

Diary, Model, Shooting

Un passo indietro

Galleria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...