A-visitor-looks-at-a-wall-of-pictures-during-a-media-preview-ceremony-before-the-opening-of-the-exhibition-of-U.S.-photographer-Annie-Leibovitz-in-MoscowPer vari motivi, recentemente, ho avuto modo di riflette molto sull’importanza del “vedere e guardare” tutto ciò che mi circonda, anche le cose più comuni, semplici e perchè no…anche banali.
Da molto tempo faccio “indigestione” di immagini con cadenza quotidiana (ormai) e ogni immagine mi trasmette qualcosa. Purtroppo lo ammetto, ho un enorme limite; quando mi soffermo su una foto che mi inchioda letteralmente su di essa, non mi chiedo mai CHI ha realizzato quella foto. Proprio per questo motivo ammetto di non avere una smisurata conoscenza dei Grandi Fotografi, purtroppo mi sono soffermato su Newton, Avedon, LaChapelle, Saudek, Bresson, Capa e pochi altri.
Ricordo quando ero ragazzino. Avevo una passione smisurata per le automobili e ogni volta che compravo una rivista ne ritagliavo le immagini che secondo me erano le più belle e le conservavo in una serie di scatole dove, su ognuna di esse, era riportata la tipologia di auto contenuta nelle immagini raccolte lì dentro (sportive, rally, F1…ecc). Si, lo ammetto, era da matti ma l’ho fatto e lo faccio tutt’ora ma con delle piccole differenze. Le immagini non ritraggono più le automobili ma le persone. Non ritaglio le riviste ma le conservo. Non le contemplo e basta ma le studio e cerco di trarne un’ispirazione, un’idea senza necessariamente copiarle, anzi, evito il più possibile copiare le immagini dei Grandi Fotografi…non ho questa presunzione. Questa enorme mole di immagini, che di tanto in tanto sono assiduo spulciare, sono quindi fonte di ispirazione per me e credo sia, e possa esserlo, per chiunque.

Ieri sera ho visto un servizio su un grande fotografo di Moda, un corregionale, Giampaolo Sgura. Mi ha fatto molto piacere vedere che, anche un fotografo dall’enorme talento come Sgura, faccia continuo uso di immagini di reference per i suoi lavori, tanto che siano commissionati quanto che siano personali. Inoltre non ne fa alcun mistero tanto da esprimerlo chiaramente senza il minimo timore.

Ho curiosato sul web in cerca di altri video su Giampaolo Sgura e in tutti i video che ho visto è sempre presente questo enorme PhotoWall dove sono “appiccicate” le sue idee, i suoi spunti, le sue basi di partenza. Sì, sono basi di partenza e quello devono essere. Lui stesso afferma che si parte da una foto,  o da una serie di foto, che lui stesso sceglie per i motivi più diversi (mood, make up, dress ecc) per poi ottenere, il più delle volte, qualcosa che può essere anche diametralmente opposto; dipende da tante dinamiche (relationship tra fotografo e modella, location, ecc).

Tutto questo per dire che, oggi più che mai, è importante avere una cultura dell’immagine fatta di buone immagini, per buone immagini future (che ne abbiamo davvero tanto bisogno…).

A volte basta davvero poco. Osservare la gente per strada, uno spot televisivo, leggere un articolo di giornale, ma anche cose più terra-terra come l’ombra vista attraverso un vetro, o i segni lasciati per terra da un oggetto poi rimosso, insomma….qualsiasi cosa. Tutto questo può “dirci” qualcosa, non può non essere così. Se è così, lo è perchè noi non vogliamo vedere.

Quindi, usando una metafora (la prima che mi viene in mente) potremmo dire che, se è vero che la fotografia è un linguaggio come la scrittura, allora è anche vero che con le immagini è possibile scrivere. E ciò che scriviamo è frutto di ciò che ci portiamo dentro; vuoi che si tratti di esperienza personale o che siano immagini già viste…. E ciò che scriviamo dipende, in qualche modo e misura da questo. In qualche modo potremmo dire che scattiamo come sappiamo o in base a ciò che conosciamo.

In definitiva, potremmo dire quindi che “in tanti scrivono del loro passato; alcuni  scrivono del loro presente….in pochi sanno scrivere del loro futuro”

Diary

L’immagine (che non si vede) dietro una foto

Galleria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...