Diary, Model, Shooting

Vera.

Vera Raider Model

Vera Raider Model

Del percorso fotografico di qualsiasi fotografo non devono e non possono, secondo me, lasciarne traccia solo le sue immagini anche se realizzare con le migliori modelle che abbia potuto fotografare.Del mio percorso conservo anche delle ottime amicizie, alcune più grandi di altre che, nel tempo, si sono consolidate. Poi ci sono quei rapporti profonda stima reciproca come il caso di Vera Raider.

Ebbi modo di fotografarla circa un paio di anni fa. Qualcuno magari ricorda il servizio fotografico in stile Lady Gaga nella limo. Nel frattempo Vera è “cresciuta” ulteriormente, ha migliorato moltissimo la padronanza e la consapevolezza del suo corpo e ciò ma ha spinto a fotografarla ancora, come spesso mi capita di fare in circostanze come queste.

E’ così che ho pensato di realizzare un editoriale con lei. Scelta la location (sapevo già dove andare e cosa avrei trovato) le ho proposto il mio progetto, le è piaciuto e così si è stabilita una data e l’ora.

Ovviamente, definendomi un “fotografo della domenica” non poteva essere che l’ultimo giorno della settimana quello migliore per realizzare le foto. La giornata era quasi primaverile, un bellissimo sole che, già sapevo, ci avrebbe regalato una luce meravigliosa. Recati sul posto, un bellissimo albergo in zona Aurelia (roma). Come al mio solito l’attrezzatura era ridotta al minimo, giusto il solito flash che, neanche a dirlo, avrei usato solo come lampada pilota per avere una luce continua più controllabile per alcune foto che avevo in mente di realizzare al buio.

Nel mentre che si chiacchierava del più e del meno si decideva anche quale abbigliamento/intimo usare e per quali scatti nello specifico. Mentre lei si preparava per l’inizio del servizio fotografico io osservavo la stanza da ogni angolo possibile e immaginabile. Una luce riempiva la stanza in modo diffuso tanto da renderla “troppo” chiara, quasi eterea. Ad “interrompere” il candore della stanza c’era una tv LCD nera, un mobile che faceva da scrivania, insomma, piccoli dettagli che mi piacevano moltissimo e che avrei inserito sicuramente negli scatti.

Non vedevo l’ora di iniziare a realizzare le mie foto anche perchè, più passavano i minuti e più idee arrivavano nella testa. Come mi capita spesso di fare, non c’è stata alcuna assistenza ne dal punto di vista del trucco ne del set. Evito ciò ma non per cattiveria o snobberia ma semplicemente per una scelta pratica, ove possibile chiaramente.

L’inizio è stato, come sempre, per rompere il ghiaccio ma soprattutto per realizzare quella “connessione” tra la macchina/me e Vera. Non è stato difficile perchè Vera è molto brava, la sua fiducia nei miei confronti era chiara e quando è così…i risultati si vedono.

Tra le tante cose che hanno caratterizzato la sessione fotografica ce n’è una  in particolare; ho scattato tantissimo, decisamente molto più del solito, era quasi una frenesia da scatto. Altra cosa, che l’80% delle foto sono state realizzate in uno spazio decisamente ristretto; 2mt x 2mt e senza l’ausilio di alcunchè, niente, flash, niente pannelli, niente luci continue artificiali, solo la luce che avevo già a mia disposizione e gratis 🙂 .

Vera è stata molto brava, la sua esperienza da modella e gli anni trascorsi in danza classica l’hanno aiutata moltissimo così come hanno aiutato me ad ottenere gli scatti che volevo.

Il progetto comprendeva anche alcuni scatti al buio e quando è arrivato il momento di realizzarli quasi mi piangeva il cuore mentre oscuravo la stanza e accendevo quella luce pilota da 60Watt. 😦

Ad ogni modo, il servizio fotografico si è conlcuso alla grande con tantissimi scatti buoni, forse anche “troppi” tanto che mi hanno resto difficile la selezione per prendere 10 da usare nell’editoriale.

Un grazie enorme a Vera che per l’ennesima volta si è dimostrata all’altezza anzi, ben al di sopra delle aspettative. La giornata fotografica si è conclusa con enorme soddisfazione da parte mia e sprattutto da parte di Vera. Dopo un CBO menù grande (McDonald) ci siamo salutati con l’ansia di vedere presto le nostre foto su una rivista.

Alla prossima gente….. 😉

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...