Diary, Uncategorized

Punto della situazione

… eccomi.

mi ritrovo a scrivere nel mio Blog a pochi giorni, solo tre, dalla presentazione del mio primo libro fotografico.

Vivo e lavoro in un sistema che ti porta continuamente a fare “il punto della situazione” di qualsiasi cosa con enormi perdite di tempo, energie ecc. Allora ho pensato, se dedico ore del mio tempo, della mia vita, ad ascoltare inutilaggini giustificate dalla frase “punto della situazione”, in un sistema dove io sono solo un numero…perchè non fare il punto della MIA situazione?

Quando ho iniziato a fotografare l’ho fatto per passione e spero che questo “motore” non si spenga mai. Non avrei mai e poi mai immaginato di fare un calendario, tanto meno un libro fotografico eppure così è stato. Questa esperienza è completamente nuova per me, a volte non credo di essere in grado di saperla gestire ma credo sia naturale. Chi sa gestire una situazione completamente nuova alla prima occasione in cui si presenta? Penso siano davvero in pochi. Qualcuno mi ha chiesto “ale, ma…come la vivi?” eppure non era una donna attraente di nome Maria…

Effettivamente, dietro una domanda così semplice si nasconde una risposta che non lo è affatto. E’ stato necessario riflettere a lungo.

Ora ho una mezza risposta, almeno credo.

Ciò che faccio fotograficamente è grazie al tempo che tolgo alla mia famiglia, alla mia compagna, alla mia bimba e quindi la cosa che ho voluto subito è stata quella di averli con me al momento della presentazione. Magari non è una mossa azzecatissima sotto l’aspetto del Marketing ma credo che sia giusto fare così.

Mi chiedono anche “ale…ma perchè proprio a milano? tu vivi a viterbo…!!”.

Risposta: perchè no a Milano?

Se devo fare un tentativo, se ho una carta da giocare mi gioco il tutto per tutto. Se perdo avrò perso giocando alla grande, se vinco ho vinto giocando alla grande.

Altri ancora mi chiedono “ale…cosa ti aspetti da questa presentazione”….

Io non mi aspetto nulla. Intanto io e la mia famiglia partiamo per una vacanza prima ancora di arrivare a Milano, poi saremo insieme all’evento della presentazione. Il resto andrà come è giusto che vada. Le sconfitte non piacciono a nessuno…per questo farò di tutto affinchè non ci siano sconfitte per nessuno e non mi riferisco a me e alla mia famiglia ma a quelle persone che hanno creduto in me e mi hanno spinto, convinto, aiutato, giudato e permesso che “Se(x)lf Portrait – Book” diventasse realtà.

Mi riferisco a Hedy Nerito che con la sua bellezza, semplicità e professionalità mi ha permesso di realizzare le immagini.

A Michela Baruffa che ha saputo truccare magistralmente Hedy dandomi il risultato che desideravo.

Grazie a Silvia Grassi, carissima amica da tempo, che ha curato i testi e le traduzioni contenute all’interno del libro.

E per ultimo, ma lo sa che bisogna dare la precedenza alle donne, un grande Amico e “compagno di viaggio”, Lorenzo Legnaioli. Mi ha guidato e mi ha convinto che “questo libro s’ha da fare”. Non lo ringrazierò mai abbastanza per ogni parola che ha speso, ogni minuto che ha dedicato al progetto. Grande Roccia… 😉

Grazie di Cuore e a presto.

Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...